• Italiano
  • Inglese

SIAMO ESEMPIO VIRTUOSO SU IMPIEGO DONAZIONI 5X1000

GRAZIE A QUANTO RACCOLTO SCOPERTI 3 GENI E SOSTENUTI 3 STUDI SCIENTIFICI

 

 La Fondazione italiana di ricerca per la SLA lancia la nuova campagna 5×1000 per l’anno 2016 per continuare a sostenere l’eccellenza della ricerca scientifica del nostro Paese in modo trasparente

 

 Milano 2 maggio 2016 – Una firma può davvero fare la differenza. Lo sa bene AriSLA (Fondazione italiana di ricerca per la SLA) che, grazie a coloro che hanno scelto la ricerca scientifica sulla SLA con il proprio 5×1000, ha potuto sostenere in questi anni i progetti di ricerca di base – fondamentali per individuare i meccanismi di esordio della malattia – grazie ai quali si sono scoperti tre dei geni che causano la SLA: il gene Profilina-1 con il progetto EXOMEFALS e i geni TUBalpha e TBK1 con il progetto NOVALS. E ancora, le donazioni dei contribuenti stanno supportando altri due studi in corso. Si tratta del progetto PROMISE, trial clinico che vede il coinvolgimento di una rete nazionale di 25 centri di ricerca, finalizzato a testare l’efficacia di un farmaco che agisce nel contrastare l’accumulo patologico delle proteine e nel favorire l’eliminazione delle proteine alterate all’interno delle cellule, con l’obiettivo di rallentare il decorso della malattia, e del progetto CHRONOS di ricerca di base, che si pone l’obiettivo di approfondire le conoscenze sul ruolo della proteina TDP-43 negli eventi che scatenano la malattia.

Anche quest’anno AriSLA lancia la campagna 5×1000: la sfida è non fermare il fondamentale lavoro dei ricercatori per individuare una cura e dare risposte concrete ai bisogni dei 6000 pazienti presenti oggi in Italia.

LA NUOVA CAMPAGNA 5X1000 – Il concept della campagna 2006 si concentra sul tema del ‘tempo’, risorsa fondamentale per chi come AriSLA è impegnata ogni giorno per sostenere l’eccellenza della ricerca scientifica sulla SLA in modo virtuoso e trasparente. E’ una Campagna 5x1000_bannerquestione di ‘tempo’ per i ricercatori, che investono competenze e passione per individuare nuove soluzioni terapeutiche. E’ questione di ‘tempo’ soprattutto per le persone con SLA, per le quali il tempo è vita. Con un minuto del proprio ‘tempo’, ciascuno di noi può contribuire a vincere la sfida contro la SLA.

COSA E’ LA SLA – La Sclerosi Laterale Amiotrofica èuna malattia neurodegenerativa che porta alla paralisi progressiva di tutta la muscolatura volontaria: la SLA nel tempo immobilizza, impedisce di comunicare, fino a compromettere le funzioni vitali, ma non fa perdere la capacità di provare ancora emozioni e lascia intatte, nella maggior parte dei casi, le abilità cognitive.

COME SOSTENERE LA RICERCA – È possibile sostenere la ricerca scientifica sulla SLA e il lavoro di AriSLA inserendo nella propria dichiarazione dei redditi, il codice fiscale 97511040152 nello spazio apposito in corrispondenza di “Enti della ricerca scientifica e delle Università” o “Enti della ricerca sanitaria”. Grazie al contributo di quanti credono nella ricerca e ne supportano in modo concreto i progetti, ad oggi AriSLA ha investito in attività di ricerca 9.731.516 di euro, ha sostenuto 56 progetti di ricerca scientifica di base, traslazionale, clinica e tecnologica ed è al fianco di oltre 150 ricercatori italiani, offrendo servizi e strumenti a supporto del loro impegno quotidiano nella lotta alla malattia.

Sul sito di AriSLA www.arisla.org sono disponibili tutte le informazioni relative alla campagna 5X1000, alle attività della Fondazione e le modalità con cui è possibile supportarla.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, che permettono di tenere traccia dell’utilizzo dei siti Web da parte dell’utente e rendere più facile la navigazione. Per ulteriori informazioni, consultare la nostra Cookies policy. Cliccando sul pulsante ACCETTO l'utente acconsente all'uso dei cookies da parte del sito AriSLA. ACCETTO