NASCE LA PRIMA GRANFONDO DEL LAGO MAGGIORE PER SOSTENERE LA RICERCA SCIENTIFICA SULLA SLA

TUTTI IN SELLA PER UN FUTURO SENZA SLA

APPUNTAMENTO IL 17 GIUGNO ALLA PRIMA GRANFONDO LAGO MAGGIORE 

____________________________________________________________________

 COMUNICATO STAMPA

IMG_9231Professionisti e appassionati di ciclismo, sportivi e non correranno il prossimo 17 giugno la ‘1^ Granfondo del Lago Maggiore’: primo evento di ciclismo dedicato unicamente alla raccolta fondi a sostegno della ricerca scientifica sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica, e in particolare di Fondazione AriSLA, principale organismo in Italia che finanzia progetti di ricerca al fine di trovare una cura efficace per questa gravissima malattia.

A raccontare come è nato questo speciale progetto in conferenza stampa sabato 12 maggio a Castelletto Sopra Ticino sono stati i rappresentanti delle realtà coinvolte nella realizzazione dell’evento. Sono intervenuti il sindaco di Castelletto Sopra Ticino e Presidente della provincia di Novara, Matteo Besozzi: ”Siamo molto felici di patrocinare questo evento dalla duplice valenza. La Granfondo non solo rappresenta per il nostro territorio una preziosa vetrina per mostrare le nostre bellezze paesaggistiche, ma costituisce l’occasione per sostenere una buona causa nella quale da tempo crediamo, che è la ricerca scientifica sulla SLA, e vogliamo sostenere”.  L’assessore allo Sport, Vito Di Luca, ha sottolineato l’importanza di questo evento ‘che dimostra come lo sport possa essere un innovativo veicolo per unire diverse realtà attive sul territorio e accomunate dal raggiungimento di un obiettivo. L’invito che rivolgo a tutti è di partecipare alla Granfondo per vivere un’esperienza unica che va oltre lo sport’.

IMG_9210Anche Gabriella Ambrosi, Presidente della Società Ciclistica Castellettese, soggetto promotore e organizzatore della Granfondo, ha espresso il suo entusiasmo per questa sfida: “Da diversi anni promuoviamo iniziative per raccogliere fondi per la ricerca e quando si è presentata la scommessa di dar vita a questo ambizioso evento eravamo pronti a investire ancora una volta tutte le nostre energie. L’obiettivo sarà quello di far diventare la Granfondo un appuntamento annuale sul nostro territorio per sostenere la ricerca sulla SLA, portando l’iniziativa ad avere numeri sempre più importanti”.

Il Vice Presidente di AriSLA, Fondazione italiana di ricerca per la SLA, Silvia Codispoti si è soffermata sulla scelta della data in cui si svolgerà la Granfondo Lago Maggiore: “La data del 17 giugno, giorno in cui si terrà la Granfondo, non è casuale ma è stata scelta significativamente affinché coincidesse con lo SLA GLOBAL DAY, la Giornata mondiale dedicata alle persone con SLA, celebrata il 21 giugno e promossa dal 1997 dalla Alleanza internazionale delle associazioni dei pazienti, di cui AISLA, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, è parte come unico membro italiano. AiSLA e Fondazione AriSLA negli ultimi anni hanno sempre aderito allo SLA GLOBAL DAY e anche quest’anno si muoveranno in sinergia. AISLA è, infatti, già impegnata a partecipare con il suo team alla Granfondo, che si inserisce, inoltre, in un contesto internazionale ricco di eventi e manifestazioni atte a valorizzare la Giornata mondiale sulla SLA”. La Vice Presidente ha, infine, posto l’accento sul messaggio da lanciare attraverso la Granfondo: “Attraverso questo evento bisogna ribadire che le persone con SLA non sono sole, ma che loro e le loro famiglie sono circondate dal sostegno concreto di altre persone che anche correndo in bici possono dare il loro contributo per migliorare la loro qualità di vita”.

IMG_9232A spiegare come si è sviluppato il progetto della Granfondo è stato l’anima dell’evento Oscar Nicoletti, castellettese da anni impegnato nella organizzazione di eventi sul territorio per sensibilizzare sull’importanza di sostenere la ricerca scientifica e promotore del ‘Team AriSLA’ un gruppo composto da volontari indipendenti che dal 2016 corre per supportare la mission di Fondazione AriSLA: “Un anno fa eravamo in 16, oggi il Team conta più di 100 volontari e questo è stato il principale incentivo a creare la prima Granfondo in uno dei luoghi più belli d’Italia destinato solo alla raccolta fondi per la ricerca sulla SLA. Puntiamo a 1000 iscritti e a rappresentare un appuntamento atteso per tutti gli appassionati di bici. Ringrazio tutti gli amici, le campionesse di ciclismo come Noemi Cantele e Elisa Longo Borghini, il volto televisivo Justine Mattera per aver voluto sposare la causa del Team ed oggi della Granfondo. Grazie anche a tutte le aziende che hanno deciso di contribuire concretamente alla riuscita dell’evento”.

IMG_9230Sono intervenuti, inoltre, Alberto Gusmeroli, Sindaco Di Arona, Giancarlo Cortese direttore di corsa della Granfondo Lago Maggiore, affiancato dai due condirettori Paola Lietta e Marco Rocca, Rosalba Fecchio, delegata CONI per la Provincia di Novara, Giovanni Vietri, Presidente Comitato regionale FCI, Roberto Filiberti, Presidente Comitato FCI Provincia di Novara, e Maurizio Colombo, Segretario Nazionale AISLA.

La Granfondo del Lago Maggiore avrà un percorso di oltre i 130 km, suddiviso su tre itinerari uno breve di 38 km, uno medio di 85 km e uno lungo di 125 km. La partenza è prevista da Castelletto Sopra Ticino, passando per Comignago, Parruzzaro, Dagnente, Meina, Nebbiuno, Massino Visconti, Belgirate, Calogna, Stresa, Baveno, Levo, Gignese, Mottarone, Armeno e ritorno a Castelletto Sopra Ticino attraversando l’Alto Vergante.

La manifestazione verrà trasmessa sul canale SKY – BIKE Channel. Tutte le informazioni sulle modalità di iscrizione alla Granfondo Lago Maggiore e le informazioni in merito al programma e ai servizi offerti sono disponibili sul sito  http://www.granfondolagomaggiore.it/.