I NUOVI PROGETTI DI RICERCA VINCITORI DEL BANDO DI FINANZIAMENTO ARISLA 2018

 

Sono quattro i nuovi progetti vincitori della ‘Call for Projects 2018’, undicesimo bando lanciato nei mesi scorsi da AriSLA, Fondazione Italiana di ricerca per la SLA, per finanziare l’eccellenza della ricerca scientifica in Italia impegnata a contrastare la Sclerosi Laterale Amiotrofica, gravissima malattia neurodegenerativa che oggi nel nostro Paese colpisce circa 6000 persone e a tutt’oggi manca di una cura efficace.

INVESTIMENTO SUI PROGETTI - Sarà di € 848.980 l’investimento complessivo erogato da AriSLA per i nuovi quattro progetti giudicati meritevoli di finanziamento dalla Commissione scientifica internazionale: la Fondazione incrementa così le risorse stanziate fino ad oggi a sostegno delle attività di ricerca arrivando ad investire oltre 12,2 milioni di euro dal 2009, con il supporto complessivo di 72 progetti e oltre 260 ricercatori su tutto il territorio nazionale.

Come per ogni Bando della Fondazione, anche i progetti della Call 2018 sono stati selezionati in seguito ad un attento processo di valutazione in peer-review: metodo accreditato presso la comunità scientifica internazionale e fondato sui principi di trasparenza, merito scientifico e terzietà nella selezione delle proposte.

CARATTERISTICHE BANDO - Alla 'Call for Research Projects' 2018  potevano partecipare i ricercatori di Università italiane e di Istituti di ricerca pubblici e privati non profit. Agli stessi veniva data la possibilità di  presentare la candidatura  in partnership, attraverso un co-finanziamento, anche con aziende ed enti di ricerca stranieri.

AREE DI FINANZIAMENTO - Per quando riguarda le caratteristiche dei progetti, il Bando AriSLA 2018  prevedeva la possibilità di presentare soloFull grant”, ovvero progetti che sviluppano ambiti di studio promettenti e fondati su un solido background, caratterizzati da dati preliminari coerenti con la nuova proposta di ricerca e che prospettano approcci multidisciplinari e altamente traslazionali. L’invito rivolto era di presentare proposte nell’ambito della Ricerca di Base e Traslazionale. Per i progetti il bando prevedeva una durata massima tra i 12 e i 36 mesi, mentre il finanziamento concesso fino ad un massimo di 240.000 euro.

La quantità di domande sottomesse attraverso la piattaforma web, pari a 83, e la qualità e innovatività dei progetti presentati conferma che il Bando AriSLA costituisce una opportunità, sempre più attesa, dalla comunità scientifica italiana che si occupa di SLA.

ECCO I 4 NUOVI PROGETTI VINCITORI CALL 2018: di seguito le schede tecnico/scientifiche dei progetti. Per prendere visione del comunicato stampa e della versione divulgativa dei progetti vai alla sezione news e comunicati.

 

Nr Titolo PI Valore (euro) Tipo di ricerca Durata (mesi) PDF
1 'MLOpathy' Membrane-less organelle pathology in ALS: identification of causes and rescuing factors Serena Carra, Dipartimento di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Partner: Angelo Poletti, Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari (DiSFeB),Università degli Studi di Milano

Orietta Pansarasa, Centro di Genomica e post-Genomica della Fondazione Mondino Istituto Neurologico Nazionale IRCCS, Pavia

240.000 Traslational 36 icona_pdf
2 'Target-RAN'  Targeting RAN translation in ALS Alessandro Provenzani, CIBIO – Università degli Studi di Trento Partner: Angelo Poletti, Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari (DiSFeB), Università degli Studi di Milano 240.000 Basic 36 icona_pdf
3 'PathensTDP' Defining the role of hnRNP proteins in enhancing TDP-43 pathology Emanuele Buratti, Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologia – ICGEB, TriestePartner: Patrizia Longone, Fondazione Santa Lucia IRCCS, Roma 208.980  Basic 36 icona_pdf
4 'SPLICEALS' Dissecting the functional interaction between FUS and hnRNP A2/B1 in the pathogenesis of ALS Mauro Cozzolino, Istituto di Farmacologia Traslazionale, Consiglio Nazionale delle Ricerche, RomaPartner: Nadia D'Ambrosi, Dipartimento di Biologia, Università di Roma Tor Vergata

 Gianluca Cestra, Istituto di Biologia e Patologia Molecolare, CNR, Roma

Il progetto è svolto in collaborazione anche con il Laboratorio di Neurobiochimica della Fondazione Santa Lucia IRCCS.

160.000 Basic 24 icona_pdf