• Italiano
  • Inglese

Come finanziamo la ricerca

Sin dall’inizio delle nostre attività, abbiamo scelto i progetti scientifici da sovvenzionare tramite bandi competitivi ed un processo definito peer-review.
Con questo metodo, la valutazione scientifica è condotta da colleghi esperti del campo (definiti “peer” o “pari”), i quali verificano che il progetto risponda a dei criteri di qualità, originalità, innovazione e fattibilità, a garanzia di una buona riuscita della ricerca. Questo metodo costituisce l’approccio tuttora più accreditato presso la comunità scientifica per garantire una selezione basata sul merito scientifico e sui principi di trasparenza, oggettività e terzietà.

Il processo di valutazione in peer-review dei progetti di ricerca finanziati da Fondazione AriSLA
Fasi del processo di peer-review

Emissione del Bando

A partire dalla definizione della strategia di finanziamento, condotta con il supporto dell’Advisory Board e del Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione (esperti nominati dal Consiglio di Amministrazione tra i propri soci per supportare lo sviluppo delle linee strategiche), l’ufficio scientifico redige e pubblica il Bando annuale (Call for Research Projects). L’ufficio scientifico ha il ruolo importante di garanzia e supervisione del processo di peer-review, verifica la correttezza formale delle proposte di ricerca ricevute rispetto ai criteri previsti dal Bando e interagisce con i revisori internazionali per la gestione delle varie fasi di revisione.
Negli anni il processo di revisione è stato reso più efficiente anche attraverso lo sviluppo di una piattaforma tecnologicamente avanzata per la
raccolta informatizzata delle richieste di finanziamento e la gestione standardizzata di tutto il processo di revisione. Tutto il processo è adeguato al regolamento generale sulla protezione dei dati (regolamento GDPR UE n. 2016/679).

Il Comitato Scientifico Internazionale
Per la selezione delle proposte di ricerca da finanziare, la Fondazione si avvale del supporto di esperti di ricerca sulla SLA e sulle malattie del motoneurone riconosciuti a livello internazionale, che costituiscono il Comitato Scientifico Internazionale (ISC).
Per minimizzare il rischio di conflitti di interesse, tutti questi esperti sono stranieri e non lavorano in Italia.

All’avvio del processo annuale di revisione viene selezionato un gruppo di circa 25-30 esperti ai quali viene richiesto di garantire l’assenza di conflitti di interesse per ogni proposta progettuale ricevuta e di mantenere la confidenzialità in merito a tutte le informazioni a cui hanno accesso.
Dal 2009 hanno collaborato con la Fondazione nel processo di valutazione delle proposte di ricerca oltre 120 ricercatori di base e/o clinici, provenienti
da Europa, Stati Uniti d’America, Canada e altri paesi. L’elenco dei membri dell’ISC che hanno collaborato al bando più recente è sempre disponibile
sul nostro sito.

Le fasi di revisione
I ricercatori che operano presso Università ed Istituti di ricerca italiani non profit interessati ad applicare al Bando, sottomettono (se il bando lo prevede) una Lettera di intenti nella quale viene sinteticamente presentata la proposta progettuale.
In seguito alla verifica della correttezza formale dei criteri previsti dal Bando, ciascuna Lettera di intenti viene assegnata dall’ufficio scientifico a tre revisori indipendenti dell’ISC, selezionati in base alla pertinenza e all’esperienza specifica nell’area di studio della proposta sottomessa.
Ciascun revisore fornisce in remoto un commento sulla qualità scientifica della proposta e assegna un punteggio di merito secondo i criteri di valutazione esposti nel Bando (Fase di Triage). I ricercatori con le proposte che hanno ottenuto le migliori valutazioni vengono invitati a sottomettere una progettualità maggiormente dettagliata (Full proposal) sia per quanto riguarda le informazioni scientifiche che gli aspetti economici del progetto che il gruppo di ricerca intende realizzare. Ciascuna di queste proposte è quindi rivista indipendentemente da tre revisori dell’ISC. In questa fase si seleziona un gruppo più ristretto di esperti dell’ISC, in base alle competenze necessarie per la valutazione dei Full proposal. Questo gruppo, dopo aver condotto il lavoro di valutazione in remoto, parteciperà ad una riunione in plenaria (Consensus Meeting) per la discussione finale e la selezione dei progetti da finanziare.
Durante due giorni di intenso lavoro, i revisori coinvolti effettuano una valutazione comparativa delle proposte progettuali, al fine di fornire una graduatoria con le raccomandazioni sul finanziamento.
La graduatoria di merito delle proposte è quindi presentata al Consiglio di Amministrazione della Fondazione che delibera sulla base delle risorse economiche disponibili ed esprime una valutazione in merito alle priorità per la comunità dei pazienti qualora vi fossero più proposte di pari livello scientifico di quelle effettivamente finanziabili.
L’ufficio scientifico garantisce la trasparenza del processo attraverso la diretta comunicazione dei risultati e delle decisioni del Consiglio di Amministrazione ai ricercatori interessati e ai revisori, nonché la comunicazione riguardo ai progetti approvati a tutti i portatori di interesse attraverso i vari canali di divulgazione e promozione delle attività della Fondazione.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, che permettono di tenere traccia dell’utilizzo dei siti Web da parte dell’utente e rendere più facile la navigazione. Per ulteriori informazioni, consultare la nostra Cookies policy. Cliccando sul pulsante ACCETTO l'utente acconsente all'uso dei cookies da parte del sito AriSLA. ACCETTO