• Italiano
  • Inglese

Online il Book AriSLA 2020: il racconto di un anno al fianco dei ricercatori

Questa è la decima edizione del  “Book AriSLA”, uno strumento con cui illustriamo ogni anno l’attività istituzionale di supporto alla ricerca, i risultati raggiunti dai progetti finanziati, rendiamo conto in maniera trasparente dell’investimento dei fondi , descriviamo le attività di comunicazione e divulgazione scientifica e le azioni di raccolta fondi.

Quella che leggerete è la versione digitale realizzata per essere il più fruibile possibile e ottimizzata per la lettura da pc e tablet. Perché continuiamo a credere nell’importanza di innovare e soprattutto di divulgare la ricerca, mantenendo un costante dialogo con i nostri interlocutori, ricercatori, pazienti, istituzioni, aziende e  associazioni, convinti che insieme possiamo raggiungere importanti  traguardi. 

 

L’editoriale del Presidente di AriSLA Mario Melazzini: “Non fermare la ricerca” 

“2020. Anno difficile e complicato anche per chi come noi si dedica al supporto della ricerca. Sono cambiate le modalità di lavoro e abbiamo trovato nuove soluzioni per lavorare insieme, sostenendo i ricercatori con misure di maggiore flessibilità nella gestione amministrativa. Non è stato possibile organizzare eventi in presenza, ma abbiamo fatto fronte comune grazie anche alla forte spinta motivazionale dei nostri ricercatori per non interrompere il dialogo della scienza. Anche i volontari che ogni anno ci supportano per attrarre nuovi fondi, vitali per la nostra ricerca, hanno inventato nuove modalità e idee originalissime pur di sostenerci.

Il 2020 è stato anche l’anno che ha dimostrato, se mai ce ne fosse stato bisogno, quanto sia importante la ricerca. È vero, questa pandemia ha colto tutto il mondo impreparato e inizialmente disorientato, ma l’aver costruito negli anni solide basi di conoscenza scientifica nel campo della immunologia e sulle tecnologie molecolari innovative, soprattutto nell’ambito delle malattie rare, è stato fondamentale per arrivare alla messa a punto di nuovi presidi preventivi, i vaccini, con una loro produzione e diffusione su larga scala in tempi rapidissimi, inimmaginabili prima della pandemia. Una lezione importante, che conferma anche la validità del nostro messaggio “Non fermare la ricerca”, ovvero continuare la nostra missione senza sosta, perché nemmeno lei, la sclerosi laterale amiotrofica (o SLA), si è fermata con la pandemia”. 

 

-> Continua a leggere l’editoriale del Presidente (pag. 4 del Book AriSLA 2020)

 

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, che permettono di tenere traccia dell’utilizzo dei siti Web da parte dell’utente e rendere più facile la navigazione. Per ulteriori informazioni, consultare la nostra Cookies policy. Cliccando sul pulsante ACCETTO l'utente acconsente all'uso dei cookies da parte del sito AriSLA. ACCETTO