• Italiano
  • Inglese

“Con il nostro progetto testeremo l’ipotesi su una delle cause della SLA”

“Il progetto finanziato da AriSLA mi permetterà di testare l’ipotesi che abbiamo formulato in questi ultimi anni cioè che i malati SLA potrebbero sviluppare la malattia perché sono carenti di un fattore protettivo dei motoneuroni che è l’enzima ciclofillina A. Con questo progetto scopriremo se aumentando il livello di ciclofillina A nelle cellule riusciamo ad interferire con l’insorgenza e la progressione della malattia“.

Sono le parole di Valentina Bonetto, coordinatrice del progetto GATTALS’,  ricercatrice presso l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS, Milano, di cui abbiamo raccolto la testimonianza all’interno della pagina #Testimonidisperanza, dedicata alle storie dei ricercatori finanziati da Fondazione AriSLA.

La dott.ssa Bonetto è sposata ed ha una figlia di 11 anni. E’ diventata ricercatrice perché “sono sempre stata una persona curiosa e mi sono sempre chiesta il perché delle cose. Ho scelto di fare ricerca nell’ambito biomedico perché in questo modo posso soddisfare il mio desiderio di conoscenza e allo stesso tempo contribuire allo sviluppo di una possibile terapia per una malattia orfana“.

 

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato la testimonianza di un altro ricercatore, il Prof. Francesco Rinaldi del Dipartimento di Matematica ‘Tullio Levi-Civita’, Università degli Studi di Padova, partner del progetto di ricerca ‘EVTestInALS‘: “Grazie ad AriSLA svilupperò modelli matematici con cui analizzare e predire la progressione della SLA nei pazienti“.

 

LE QUOTE DEL 5X1000 CONTRIBUISCONO A SUPPORTARE I PROGETTI DI RICERCA SULLA SLA – In questi giorni è iniziata anche la campagna 5X1000 di Fondazione AriSLA, che costituisce per l’ente non profit una fondamentale risorsa per dare continuità alla ricerca scientifica sulla SLA. Anche le donazioni raccolte con il 5X1000 hanno contribuito a sostenere questi due progetti di ricerca e sarà possibile finanziare ancora nuovi progetti grazie ai fondi raccolti con la nuova campagna.

Per destinare il 5X1000 ad AriSLA è sufficiente apporre la propria firma nella dichiarazione dei redditi nel riquadro riservato a “Finanziamento della ricerca scientifica e della Università” o a “Finanziamento della ricerca sanitaria” e inserire il codice fiscale di Fondazione Italiana di Ricerca per la SLA 97511040152. 

 

Per rimanere sempre aggiornato in merito alle attività della Fondazione iscriviti alla Newsletter.

 

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, che permettono di tenere traccia dell’utilizzo dei siti Web da parte dell’utente e rendere più facile la navigazione. Per ulteriori informazioni, consultare la nostra Cookies policy. Cliccando sul pulsante ACCETTO l'utente acconsente all'uso dei cookies da parte del sito AriSLA. ACCETTO