Terapie sperimentali nel mondo

Ricerca clinica

La ricerca clinica si riferisce a qualsiasi ricerca condotta sull’uomo (sano o malato). Il suo obiettivo è quello di migliorare la conoscenza delle malattie, lo sviluppo di nuovi trattamenti o dispositivi medici, metodi diagnostici per garantire una migliore cura dei pazienti.
La ricerca clinica deve essere condotta da persone competenti, prendere tutte le misure necessarie a proteggere le persone coinvolte nella ricerca, raccogliendone il consenso, e quindi ottenere l’approvazione da tutti gli enti competenti.

Esistono due tipi principali di studi clinici:

  • Studi osservazionali: hanno l’obiettivo di migliorare la conoscenza della malattia e la sua evoluzione nel tempo.
  • Studi interventistici o studi clinici: hanno l’obiettivo di fornire una dimostrazione scientifica dell’efficacia e della sicurezza di un nuovo farmaco, di un nuovo dispositivo di trattamento o di una nuova metodologia di gestione nel contesto di una malattia. Questo passo è necessario affinché una nuova molecola/farmaco o un nuovo dispositivo medico possa essere commercializzato.

Studi clinici per area di indagine

Di seguito si riportano gli studi clinici sulla SLA più recenti o più significativi con la molecola/farmaco di riferimento. Alcuni studi precoci di fase I/II condotti non in cieco non sono stati elencati. Le sigle riportate con NCT identificano il riferimento dello studio clinico come registrato sul portale www.clinicaltrials.gov Il presente documento non ha la pretesa di essere esaustivo di tutti gli studi clinici attivati o in corso sulla SLA, ma vuole fornire un quadro esemplificativo, il più completo possibile, delle aree di sviluppo nelle quali si orienta la ricerca in questo ambito.

Le aree di indagine degli studi

Pagina in aggionamento

1. Mitocondri e stress ossidativo

Numerose evidenze sperimentali indicano che i mitocondri e lo stress ossidativo giocano un ruolo importante nella patogenesi della SLA. La richiesta energetica dei neuroni è molto elevata e alterazioni dei mitocondri, le centrali energetiche della cellula, possono causare un aumento dello stress ossidativo e la morte neuronale.

Nome Sponsor Fase Inizio Fine NCT Stato
Edaravone Mitsubishi Tanabe Pharma Corporation III 11-2020 07-2023 NCT04569084 Terminato
IFB-088 InFlectis BioScience II 11-2022 01-2025 NCT05508074 In corso
Metilcobalamina University of Tokushima/ Eisai Co., Ltd. III 11-2017 03-2020 NCT03548311 Terminato
Risultati pubblicati
Pridopidine Prilenia Therapeutics II/III 12-2020 12-2023 NCT04615923 Terminato comunicato stampa (ENG)
FAB122 Ferrer Internacional S.A. III 03-2023 06-2026 NCT05866926 Terminato anticipatamente
Acetyl-l-carnitine Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri -IRCCS II/III 01-2024 09-2026 NCT06126315 in corso

2. La componente immunitaria e la neuroinfiammazione

La neuroinfiammazione sembra giocare un ruolo rilevante nella patogenesi della SLA e per questa ragione numerosi composti che agiscono sul sistema immunitario sono stati proposti per il trattamento della malattia.

Nome Sponsor Fase Inizio Fine NCT Stato
Acthar® gel Mallinckrodt Pharmaceuticals II 06-2017 11-2019 NCT03068754 Terminato anticipatamente
ALZT-OPla AZTherapies II 09-2020 10-2021 NCT02469896 Terminato
Dati non pubblicati
DNL343 Denali Therapeutics Ib 08-2021 12-2023 NCT05006352 In corso
DNL788 Denali Therapeutics II 04-2022 01-2027 NCT05237284 In corso
IC14 Implicit Bioscience II 08-2019 12-2021 NCT03508453 Terminato anticipatamente
Interleuchina-2 Centre Hospitalier Universitaire de Nimes II 06-2017 07-2021 NCT03039673 Terminato
MN-166 (Ibudilast) MediciNova II/III 03-2020 12-2024 NCT04057898 In corso
PrimeC NeuroSense Therapeutics IIb 05-2022 11-2024 NCT05357950 In corso
PTC857 PTC Therapeutics II 05-2022 02-2025 NCT05349721 In corso
Rapamicina Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena II 09-2017 02-2022 NCT03359538 Terminato
RNS60 Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri II 11-2016 5-2021 NCT03456882 Terminato
Risultati pubblicati
RoActemra (tocilizumab) Barrow Neurological Institute II 11-2015 07-2018 NCT02469896 Terminato
Risultati pubblicati
Tegoprubart (AT-1501) Eledon Pharmaceuticals II 10-2020 03-2022 NCT04322149 Terminato
Qui la news
T-regs – Cellule T regolatorie The Methodist Hospital Research Institute II 08-2019 08-2022 NCT04055623 Terminato
Risultati pubblicati
Ultomiris (ravulizumab) Alexion Pharmaceuticals III 03-2020 10-2021 NCT04248465 Terminato anticipamente
ZYIL1 Zydus Lifesciences Limited II 10-2023 09-2024 NCT05981040 In corso
RNS60 Revalesio Corporation II 05-2024 06-2026 NCT02988297 in attesa del reclutamento

3. Le proteine mutate

In circa il 10% dei casi, la SLA è causata direttamente da un errore genetico, chiamato mutazione. Le mutazioni possono indurre la cellula a produrre troppo poca o troppa proteina, oppure una proteina difettosa. Esiste una vasta eterogeneità nelle cause genetiche della SLA familiare. I quattro geni principali coinvolti nell’insorgenza della malattia sono SOD1, TDP-43, FUS e C9orf72. Attualmente si stanno studiando strategie per limitare l’espressione delle proteine mutate, principalmente attraverso l’utilizzo di anticorpi contro le forme alterate della proteina stessa oppure attraverso l’uso di oligonucleotidi antisenso (ASO), brevi sequenze in grado di legarsi all’RNA messaggero, l’intermediario che trasporta l’informazione contenuta nei geni per produrre le proteine, per bloccare la sintesi della proteina mutata.

Nome Sponsor Fase Inizio Fine NCT Stato
AP-101 AL-S Pharma AG II 09-2021 01-2025 NCT05039099 In corso
BIIB067 – Tofersen Biogen III 01-2016 07-2021 NCT02623699 Terminato – Approvato FDA
Risultati pubblicati
BIIB078 Biogen I 9-2018 11-2021 NCT03626012 Terminato anticipatamente
BIIB105 Biogen I 9-2020 07-2026 NCT04494256 In corso
ION363/Jacifusen Ionis Pharmaceuticals I/III 06-2021 09-2025 NCT04768972 In corso
WVE-004 Wave Life Sciences I/II 06/2021 12-2023 NCT04931862 Terminato
AMT-162 UniQure Biopharma B.V I/II 02-2024 06-2026 NCT06100276 In corso

4. L’aggregazione proteica e le alterazioni strutturali delle proteine

L’aggregazione di proteine anomale associata alla riduzione del loro processo di eliminazione, si ipotizza siano tra i meccanismi alla base dell’insorgenza della SLA. L’aggregazione di proteine ripiegate in modo errato all’interno della cellula avviene quando il fisiologico sistema di degradazione delle proteine della cellula viene sopraffatto, o per un eccesso di carico o per alterazioni patologiche del suo funzionamento.

Nome Sponsor Fase Inizio Fine NCT Stato
Arimoclomolo Orphazyme III 07-2018 12-2020 NCT03491462 Terminato comunicato stampa (ENG)
Colchicina Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena II 04-2019 01-2023 NCT03693781 Terminato – analisi in corso
Guanabenz Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta II 01-2017 11-2019 EudraCT 2017-001042-10 Terminato
Risultati pubblicati
Regimen G DNL343 Massachusetts General Hospital II/III 05-2023 08-2025 NCT05842941 In corso
ABBV-CLS-7262 Massachusetts General Hospital II/III 03-2023 10-2024 NCT05740813 In corso
Ambroxol The Florey Institute of Neuroscience and Mental Health II 06-2023 06-2024 NCT05959850 In corso

5. Le protein-chinasi

Le protein-chinasi sono enzimi che giocano un ruolo importante nel coordinare all’interno delle cellule funzioni complesse come il ciclo, la morte cellulare e l’infiammazione. Come terapia per la SLA sono stati proposti diversi inibitori delle protein-chinasi.

Nome Sponsor Fase Inizio Fine NCT Stato
Fasudil idrocloride University Medical Center Goettingen II 02-2019 07-2023 NCT03792490 Terminato
Masitinib (Alsitek) AB Science III 02-2021 12-2023 NCT03127267 In corso
Salbutamol Assistance Publique – Hôpitaux de Paris II 06-2023 07-2025 NCT05860244 In corso

6. I fattori neuroprotettivi

Il trattamento con fattori neurotrofici, molecole coinvolte nella crescita assonale o che intervengono sopprimendo l’attività di neurotossine, è stato testato in diversi trial clinici per migliorare la sopravvivenza e la funzionalità dei neuroni.

Nome Sponsor Fase Inizio Fine NCT Stato
AMX0035 Amylyx Pharmaceuticals Inc II/III 06-2017 11-2019 NCT03127514 Terminato – Approvato FDA
Risultati pubblicati
ILB TikoMed AB – University of Birmingham II 02-2019 07-2021 NCT03705390 Terminato – Risultati pubblicati
Inosina Massachusetts General Hospital II 10-2017 01-2020 NCT03168711 Terminato – dati non pubblicati
IPL344 Immunity Pharma II 12-2018 02-2026 NCT03755167 Sospeso
Engensis (VM202) Helixmith II 02-2021 08-2022 NCT04632225 Terminato comunicato stampa (ENG)
L-Serine Elijah W. Stommel; Brain Chemistry Labs, Institute for Ethnomedicine; Dartmouth-Hitchcock Medical Center II 10-2018 12-2023 NCT03580616 Terminato
TUDCA Istituto clinico Humanitas III 02-2019 12-2023 NCT03800524 In corso
Latozinemab Alector Inc.  III 12-2023 11-2027 NCT06111014 In corso

7. L’eccitossicità

Numerosi composti sono stati testati negli anni per il loro effetto sull’eccitossicità, un fenomeno di tossicità neuronale conseguente all’esposizione a concentrazioni relativamente alte di glutammato. Il fenomeno risulta particolarmente importante perché il glutammato è il principale neurotrasmettitore eccitatorio a livello del Sistema Nervoso Centrale. Tutte le molecole agiscono riducendo direttamente il rilascio di glutammato oppure agendo su determinati recettori e canali che ne aumentano la rimozione.

Nome Sponsor Fase Inizio Fine NCT Stato
GDC-0134 Genentech, Inc. I 05-2016 03-2020 NCT02655614 Terminato – Risultati pubblicati
Memantina University of Edinburgh II/III 02-2020 12-2026 NCT04302870 In corso
Perampanel Tokyo Medical University II 04-2017 12-2022 NCT03019419 Terminato – Risultati pubblicati

8. Le infezioni virali

Sebbene le pubblicazioni in merito ad un’attivazione di Retrovirus K (HERV-K) in sottogruppi di pazienti con SLA siamo discordanti e non si sia ancora fatta completa chiarezza sull’impatto che l’aumento di espressione di antigeni virali ha sull’insorgenza e sulla progressione della malattia, negli anni sono stati attivati alcuni studi clinici con antivirali.

Nome Sponsor Fase Inizio Fine NCT Stato
Antiretrovirali National Institute of Neurological Disorders and Stroke (NINDS) I 04-2019 05-2023 NCT02437110 Terminato anticipatamente –Risultati pubblicati

9. Altri meccanismi

Nome Sponsor Fase Inizio Fine NCT Stato
BIIB100 Biogen I 03-2019 06-2021 NCT03945279 Terminato – dati non pubblicati
Clenbuterolo Duke University II 02-2020 03-2021 NCT04245709 Terminato – dati non pubblicati
CNM-Au8 Clene Nanomedicine II/III 07-2020 04-2026 NCT04297683 In corso
Deferiprone University Hospital, Lille II/III 01-2019 11-2023 NCT03293069 In corso
Microbiota Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena I 01-2020 08-2024 NCT03766321 In corso
Pimozide University of Calgary II 10-2017 12-2020 NCT03272503 Terminato – dati non pubblicati
18F Hydroxyl Dendrimer Ashvattha Therapeutics, Inc. I/II 02-2023 06-2024 NCT05395624 In corso
Probiotic Centre hospitalier de l’Université de Montréal (CHUM) II 01-2024 02-2027 NCT06051123 In corso

10. Terapie con cellule staminali

Le Cellule Staminali costituiscono un importante settore di studio per il trattamento della SLA. Più che per sostituire in motoneuroni persi, le cellule staminali trapiantate potrebbero agire con funzione di supporto alla sopravvivenza dei motoneuroni esistenti. Esistono diversi tipi di cellule staminali con diverse caratteristiche:
Le cellule staminali mesenchimali (MSC) sono cellule staminali che possono essere isolate da diversi tessuti adulti, come il midollo osseo e il tessuto adiposo. L’ipotesi è che queste cellule agiscano rilasciando fattori protettivi in grado di favorire la sopravvivenza dei neuroni ed in questo modo siano capaci di rallentare la progressione della malattia alleviandone i sintomi. La sicurezza legata a terapie che utilizzano MSC è ancora da confermare e rimane un’importante questione di dibattito all’interno della comunità scientifica.
Le cellule staminali neurali (NSC) possono essere isolate da tessuti fetali post-mortem ed espanse in laboratorio. Queste cellule hanno la capacità di differenziarsi in astrociti, le cellule di supporto del sistema nervoso centrale, ma anche in neuroni.
Le cellule staminali ematopoietiche (CSE) sono precursori delle cellule del sangue residenti nel midollo osseo, che possono essere recuperate anche da sangue periferico.
Le cellule staminali pluripotenti indotte (iPSC) sono cellule staminali generate artificialmente a partire da una cellula somatica adulta (come i fibroblasti o cellule della pelle, o come le cellule del sangue) mediante l’introduzione di specifici geni. Queste cellule sono per molti aspetti simili alle cellule staminali embrionali. Le iPSC offrono grandi speranze nel campo della medicina rigenerativa perché possono essere differenziate nella maggior parte dei tipi cellulari di un organismo. Inoltre, tra i modelli in vitro, la tecnologia delle cellule iPSC rappresenta uno strumento utile per lo studio della SLA e per lo sviluppo e lo screening di nuove possibili terapie. Attualmente numerosi studi stanno valutando l’utilizzo delle iPSC come modello di malattia sia per lo studio dei meccanismi che sottendono alla malattia sia per verificare l’efficacia di nuovi trattamenti.

Nome Sponsor Fase Inizio Fine NCT Stato
In aggiornamento

11. Sintomi correlati alla SLA

Molti studi clinici hanno l’obiettivo di ridurre alcuni sintomi della malattia, come crampi, spasticità (un disturbo che consiste nell’eccessivo e anomalo aumento del tono muscolare) o alterazioni emotive.

Nome Sponsor Fase Inizio Fine NCT Stato
Cannabis Sativa Gold Coast Hospital and Health Service III 01-2019 01-2024 NCT03690791 In corso
QRL-101 (Ezogabine/Retigabine) QurAlis Corporation I 12-2022 01-2024 NCT05667779 In corso
Mexiletine University of California, Bjorn Oskarsson, MD IV 05-2013 05-2016 NCT01811355 Terminato – Risultati pubblicati
Mexiletine 2 University of Washington II 10-2016 09-2018 NCT02781454 Terminato – Risultati pubblicati
ODM-109 (Levosimendan) Orion Pharma III 06-2018 07-2020 NCT03505021 Terminato – Risultati pubblicati
Reldesemtiv (CK-2127107) Cytokinetics III 08-2021 03-2023 NCT04944784 Terminato anticipatamente

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti